The italian triops

Come allevare i triops in Italiano!!

Cure

Una volta che siete riusciti a far nascere i vostri triops siete solamente all'inizio della vostra avventura. Dovrete incominciare a cibarli, ripulirli, accudirli e a creare loro del divertimento: anche se sono animali del triassico, non vuol dire che 220 milioni di anni fa non esistessero divertimenti o svaghi!!

Per il primo giorno non dovete dare alcun cibo, anzi proprio nei primi giorni (almeno fino al decimo) l'attenzione deve essere data alla rigidita' della dieta. Un'eccesso di cibo potrebbe portare ad un eccesso di residui e questo potrebbe portare all'esaurimento dell'ossigeno e a far crescere male i vostri triops. Anche se e' difficile uccidere i triops per carenza di ossigeno, comunque e' sempre meglio seguire dei criteri legati al buon senso.

Primi giorni (Giorni dal 2 al 4)

In questi giorni dovrete dare poco cibo ai piccoli. Dovrete schiacciare due granuli di cibo per pesci tropicali (1 verde e 1 rosso) e versare solo la meta' del cibo frantumato. Vi consiglio di dare il cibo ogni 24 ore e importante e' anche stare attenti che i triops mangino tutto prima di servire nuovo cibo, quindi se il terzo o il quarto giorno ci sono ancora dei resti del giorno prima, vi consiglio di aspettare ancora qualche ora prima di ripetere.

E' possibile che in questi giorni qualche triops scompaia, molti parlano di cannibalismo e altre crudelta', comunque io ritengo che sia solamente la famosa selezione naturale che tende a far sopravvivere gli individui piu' forti e che possono apportare il maggior contributo per le seguenti generazioni.

Giorni successivi (Giorni 5 e 6)

Per quanto riguarda questi due giorni dovrete sempre dare la meta' dei due granuli frantumati tra due cucchiani, ma dovrete immettere cibo almeno due volte al giorno. Come sempre, mi ripeto, ma dovete seguire la famosa regola di non fornire mai cibo se ci sono ancora resti di pasti precedenti. 

In crescita (Giorni dal 7 al 9)

In questi giorni i vostri triops incominceranno a crescere molto piu' velocemente rispetto ai giorni precedenti e vi renderete conto a vista d'occhio di come questo succeda. Dovrete fornire un granulo per ogni triops che avete.

E' importante alternare tra granuli di un colore e granuli di un'altro colore in modo da fornire il giusto apporto proteico e vitaminico ai vostri amati. 

C'e' da aggiungere che se in questi giorni il cibo viene consumato entro poche ore e i triops vi sembrano attivi, potete cibare con un secondo turno di granuli (sempre alternando verdi - rossi )  oppure cibare con del cibo alternativo (carote, patate, lattuga, tubifex, mosche . Si veda il capitolo relativo alle ricette)

Fase adulta (dal giorno 10 in poi)

Come sempre potete aumentare il cibo, sempre seguendo la regola che questo venga completamente esaurito prima di servire una seconda portata.

Molti segnalano che in questi giorni c'e' il rischio che i triops comincino a cannibalizzarsi uno con l'altro, quindi se non li potete seguire attentamente perche' siete al lavoro e/o a scuola potrete aggiungere dei pezzi di carota e/o radici di patata che verranno mangiati molto piu' lentamente del cibo a granuli e quindi forniranno uno snack che si possono tenere di riserva mentre voi siete lontano.

Aiuto non vedo piu' i miei triops!

Uno dei problemi piu' grandi di chi alleva i triops e' che i nostri amici sono degli intrepidi sporcaccioni. Non tarderete ad accorgervi di come, dopo una settimana, la vostra vasca diventera' cosi' sporca e l'acqua cosi' torbida che sara' difficile vedere i vostri triops. 

Questo significa anche che la quantita' di batteri sta aumentando nell'acqua e quindi e' un segnale che prima che i vostri amici rimangano senza ossigeno e' opportuno correre ai ripari. Anche se in natura i triops vivono in pozzanghere fangose e' opportuno ricordare che riprodurre lo stesso ambiente e' praticamente impossibile in quanto e' impossibile riprodurre tutte le caratteristiche chimico-fisiche di ambienti naturali, se non con immensi sforzi.

Dovrete cosi' svuotare un quarto del vostro contenitore e sostituire la vecchia acqua con la nuova almeno 1 o 2 volte a settimana. L'errore che viene compiuto in queste fasi e' quello di di sifonare via tutta l'acqua e tutti i detriti del fondo. Questo e' molto dannoso per i triops in quanto l'ambiente di crescita dei nostri amici viene cosi' alterato che poi risulta difficile per loro viverci di nuovo. Se pulite il fondo inoltre c'e' il rischio che rimuoviate anche delle uova che sono state deposte.

Per l'utilizzo di filtri e altri mezzi di depurazione rimando ad altro capitolo.

Riproduzione

I triops possono riprodursi sia per riproduzione sessuata che per riproduzione asessuata, quindi e' altamente probabile che riusciate a ottenere delle uova dai vostri triops. 

I triops possono essere maschi, femmine e ermafroditi. Questi ultimi hanno la peculiarita' di essere sia maschio che femmina. Inoltre i triops femmina e gli ermafroditi si possono riprodurre anche per partenogenesi. Hanno cioe' la capacita' di produrre delle uova gia' fertili autonomamente e senza la necessita' di un compagno.

Potete distinguere le femmine oppure gli ermafroditi dai maschi poiche' questi possiedono come due "tasche" ai lati che si riempiono di piccoli puntini bianchi che sono le uova. 

Di solito i triops sono in grado di deporre le uova dal 14' giorno in poi. 

Osservare la deposizione delle uova e' un processo molto interessante. I triops impiegano dai 10 minuti a un'ora nello scavare, dopodiche' all'improvviso rilasciano molte uova di colore rosastro (a differenza di quando sono nelle sacche che sono bianchi) che sono ben distinguibili con una lente di ingrandimento. Finita la loro procedura le ricoprono con la sabbia che avevano scavato via con molta cura. Poi se ne tornano a mangiare.

Per quanto riguarda la procedura di riutilizzo delle uova la descrivero' nell'opportuna pagina!